Ivan Rabuzin
Autori presenti nel database

Pagano, Luisa
Pakasin-Petric, Nada
Paladin, Bruno
Palladini, Samuele
Panizza, Giuseppe
Parad-Vojković , Katica
Paravicini, Mila
Pardo, Amelia
Pasotti, Bernardo
Pasqualini, Eo
Pau, Franco Corrado
Paul, Gérard
Paulin, Aune
Pavković, Mladen (M.P.)
Pelechok, Fevronia (Soudia)
Penavuša Naletilić, Sofija
Pepersack,
Peralta, Luìs
Peternelj , Jože
Peternelj, Konrad
Peti, Marija
Petit, Danielle
Petranović Rvat, Tomislav
Petrović, Petar
Petrović , Dragoslav
Peyrade, Geneviève
Philemon, Jean Valcy
Philippe-Auguste, Salnave
Piazzi, Irene
Pieraccini, Eugenio
Pierre, André
Pierre, Fernand
Pierre Louis, Prospére
Pierrette, Emmanuel
Pihkala, Lea
Pillitu, Luigi
Pintarić , Josip (Puco)
Pipić, Miro
Pirosmanashvili, Nikolai (Niko Pirosmani)
Planté, Isabelle
Plasmeijer, Joop
Plemelj, Anton
Pohlers-Streich, Gerda
Poltronieri, Alceo
Ponzi, Nello (Stanislao)
Popovski, Stevan
Porto, Nelson
Poteiro, Antonio
Pouget, Thérèse
Prah, Andrej
Prandini, Luciano
Prato, Lorenzo
Previ, Mario
Priimacenko, Maria
Profil, Jonas
Puja, Florika
Puppo, Alessandra
Puškarić-Petras, Mara

L’elenco di nomi qui di seguito presentato comprende tutti I pittori e gli scultori dei quali attualmente il Fidan detiene materiale documentario a carattere monografico.
Si parla di autori, e non di artisti. questo non dovrà stupire, la scelta è dettata dalla precisa volontà di non entrare nel campo della valutazione, del giudizio di valore, compito che si vuole lasciare alla storia o a chi saprà dimostrare maggiore competenza teorica.
Il materiale del Fidan si presenta sotto identità polimorfiche, comprendendo di fatto informazioni originali e in copia, cataloghi e monografie, libri e biografie, riviste ed articoli, presentazioni. comunicati stampa, volantini ed inviti, ma anche fotografie e filmati, una miscellanea di documenti di natura multicolore e versatile, caratterizzata dalla forte volontà di documentare, lasciare una traccia precisa nella storia, nello Zeitgeist, lo spirito del tempo della nostra epoca. In questa direzione deve essere intesa la presenza tra questi autori anche di nomi di ricercatori, critici e letterati che negli anni hanno lasciato traccia scritta del loro interesse verso l’Art Naif, dando un importante contributo agli sviluppi, anche in direzioni divergenti, e allo studio, efficace od effimero, comunque importante, del fenomeno naif.

arte naif italia