Enrico Benassi
Presentations

"Il grande fiume Po" di Guido Conti - presentazione del libro, incontro con l'autore al Centro Culturale Zavattini - Luzzara RE - sabato 26 gennaio, ore 17.00


Il grande fiume Po

di Guido Conti


presentazione del libro

incontro con l’autore



Un barcaiolo che ha fatto fortuna traghettando le persone da una sponda all'altra quando ancora non esistevano i grandi ponti; una pionieristica repubblica sorta su un'isola in mezzo al fiume; un cacciatore di cadaveri che, all'alba della Liberazione, si muove tra le rive per pescare i corpi dei soldati morti e privarli dei loro ori...

Queste sono solo alcune delle vicende straordinarie che affiorano lungo il corso del Po e che Guido Conti ha scelto di andare a recuperare compiendo un vero e proprio viaggio, dalle sorgenti fino al delta. Conti ha risalito il tratto del Monviso che conduce a Pian del Re, dove la scritta "Qui nasce il Po" sancisce solennemente l'inizio del percorso, ha costeggiato il fiume lungo gli argini, ha raccolto curiosità e leggende dalla voce diretta delle persone, a camminato tra campagne e città raccogliendo aneddoti e facendo rivivere la storia epica di un fiume che ha visto passare gli elefanti di Annibale, i cavalli di Attila, le armi dei Lanzichenecchi e le truppe dei Cacciatori delle Alpi di Garibaldi.

Ma soprattutto ha ripercorso la storia della letteratura che è nata sulle sponde del grande fiume attraverso i miti, i volti, i personaggi e le anime che hanno tratto dal Po linfa vitale, ispirazione, energia. Un viaggio lungo il quale rileggere Ovidio, Virgilio, Petrarca, Folengo, Ariosto e insieme tanta narrativa contemporanea, scoprendo itinerari e cortocircuiti del tutto inattesi.

Dalla Torino di Pavese, Calvino, Soldati, Salgari e Gozzano, alla Bassa di Zavattini, Guareschi, Celati, Cavazzoni, Pederiali, dalla Ferrara di Bassani alle straordinarie poesie di Umberto Bellintani e Tonino Guerra: un testo di assoluta originalità, una ricognizione appassionata della cultura e della vita di una parte essenziale del nostro Paese che si snoda lungo le anse del grande fiume Po.



Guido Conti è nato a nel 1965 a Parma dove vive e lavora. Dopo i primi racconti apparsi sulla rivista “CalnDestino” è stato scoperto da Pier Vittorio Tondelli, che lo ha pubblicato in Papergang (Transeuropa, 1990). I racconti sono poi confluiti nel volume Il coccodrillo sotto l’altare (Guanda) che nel 1998 ha vinto il premio Chiara. Tra i suoi romanzi: I cieli di vetro (premio selezione Campiello 1999, Guanda), Il tramonto sulla pianura (Guanda, 2005), Le mille bocche della nostra sete (Mondadori, 2010), tradotto in Olanda e Spagna. Da sempre appassionato studioso dell’opera zavattiniana, ha curato la raccolta degli scritti giovanili di Cesare Zavattini, Dite la vostra (Guanda, 2002) e ha scritto Giovannino Guareschi. Biografia di uno scrittore (Premio Hemingway per la critica 2008, Rizzoli).



Il grande fiume Po di Guido Conti, Mondadori (2012).














Back to index

This page will be a dynamic, constantly growing space, just like i imagine fidan as constantly growing;

it will be a time for reflection, a notice board where you can stick from time to time, notes from your trips, reviews, suggestions on an author or his way of working, invitations, extended studies on any given subject, presentations;

it will also be a meeting place where different voices can be hosted, but also proposals, evaluations, opinions;

it will be a space all dedicated to people, and there are indeed many of them, that yesterday as well as today have contributed and will contribute to the developement of fidan and to the knowledge of the naif world.

arte naif italia